Metamateriali fonoassorbenti sviluppati via 3d printing per interventi acustici nel settore automotive

  • Matteo Sambucci Dipartimento di Ingegneria Chimica, Materiali ed Ambiente, Sapienza Università di Roma
  • Federico Cecchini Dipartimento di Ingegneria dell’Impresa, Università di Roma Tor Vergata
  • Francesca Nanni Dipartimento di Ingegneria dell’Impresa, Università di Roma Tor Vergata
  • Giuseppe Pucacco Dipartimento di Fisica, Università di Roma Tor Vergata
  • Marco Valente Dipartimento di Ingegneria Chimica, Materiali ed Ambiente, Sapienza Università di Roma

Abstract

Il punto cardine del lavoro è la prototipazione e caratterizzazione di metamateriali fonoassorbenti, potenzialmente destinabili ad interventi di correzione acustica in ambito automobilistico, basati su un risonatore di Helmholtz a cavità irregolare implementato con filtri porosi realizzati via 3D printing. Il suddetto sistema si prefigge lo scopo di minimizzare l’annoyance in abitacolo dovuto ad un fenomeno che va sotto il nome di Cavity Noise (CN), scaturente in seguito all’interazione pneumatico-strada. La manifattura additiva offre la possibilità di modulare le caratteristiche strutturali dei filtri e quindi sintonizzare le proprietà fonoassorbenti in funzione del fenomeno sonoro da mitigare

biografie autori

Matteo Sambucci, Dipartimento di Ingegneria Chimica, Materiali ed Ambiente, Sapienza Università di Roma

Ha conseguito presso l'Università di Roma "Tor Vergata" la laurea triennale in Scienza dei Materiali (A.A. 2012-2013) con una tesi basata sulla caratterizzazione fisica e meccanica di Leghe a Memoria di Forma (attività svolta presso il centro di ricerca ENEA "Casaccia" di Roma). Nel dicembre 2017 ha conseguito, con lode e presso il medesimo ateneo, la laurea magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali con una tesi incentrata sulla prototipazione ed analisi fisico-acustica di metamateriali compositi fonoassorbenti, sviluppati via 3D printing, destinati ad interventi di correzione acustica nel settore automotive (attività di ricerca svolta presso il dipartimento di Ingegneria dell'Impresa). Da novembre 2018, è dottorando presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica, Materiali ed Ambiente (DICMA) dell'Università "La Sapienza" di Roma. Il progetto di ricerca (supervisionato dal Prof. Marco Valente) si articola in due tematiche strettamente interdipendenti: A) Ottimizzazione e caratterizzazione delle proprietà meccaniche, reologiche e termo-acustiche di materiali compositi a matrice ceramico-cementizia, stampabili 3D, rinforzati con gomma derivante da scarti industriali (polverino e granulato da PFU); B) Progettazione ed ottimizzazione strutturale, tramite manifattura additiva, di elementi edilizi ed architettonici in rubber-concrete e certificazione delle proprietà di isolamento acustico e termico

Marco Valente, Dipartimento di Ingegneria Chimica, Materiali ed Ambiente, Sapienza Università di Roma

Laureato a Roma (Università “La Sapienza”) nel 1992 in Ingegneria Chimica e Materiali con 110-110 e lode. Nel mese di Aprile del 1992 ha superato l’esame di stato per l’abilitazione alla professione di Ingegnere. Nel 1995 è stato immesso in ruolo per un posto di ricercatore universitario (S.S.D. 09/D1) presso l'Università di Roma “La Sapienza”. Settore scientifico disciplinare Chimica Applicata e Scienza dei Materiali. Negli anni passati ha tenuto i seguenti corsi: “Scienza dei materiali”, “Materiali per applicazioni bio-mediche” e “Materiali polimerici”. Attualmente è docente di riferimento del corso “Materiali polimerici e compositi”. Membro della scuola di dottorato EMNE (Ingegneria elettrica, materiali e nanotecnologie) presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Membro accademico delle associazioni nazionali INSTM, AIMAT e ASSOCOMPOSITI. Responsabile del settore di prove meccaniche e tecnologiche sui materiali, sia statiche che dinamiche presso i laboratori del LIMS (Laboratori di Ing. Dei Materiali e delle Superfici).

Pubblicato
2020-04-07
Sezione
ARTICOLO