HIFU e nanobolle di ossigeno: due differenti approcci per il trattamento del cancro

  • Chiara Magnetto INRIM, Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, Torino

Abstract

L’utilizzo di ultrasuoni focalizzati ad alta intensità (HIFU) ha ottenuto un rapido consenso in ambito clinico come strumento chirurgico non invasivo per l’ablazione di cellule tumorali. L’impiego di tale tecnologia, applicata simultaneamente a nano-bolle riempite di ossigeno (OLN), realizzate e caratterizzate presso l’INRiM e volte a trattare patologie associate all’ipossia (come i tumori), costituiscono un innovativo strumento
terapeutico per la cura del cancro proposto in questo lavoro.

Sezione
ARTICOLO