Norme UNI in materia di acustica e vibrazioni pubblicate a Dicembre 2017

Nel mese di Dicembre sono state pubblicate le seguenti norme UNI nel settore dell’acustica e delle vibrazioni:

 

UNI EN ISO 10848-1:2017 Acustica – Misurazione in laboratorio della trasmissione laterale del rumore emesso per via aerea e del rumore di calpestio tra ambienti adiacenti – Parte 1: Documento quadro
La norma, nel suo insieme, specifica i metodi di misurazione per caratterizzare la trasmissione laterale di uno o più componenti dell’edificio in laboratorio o in opera. Le prestazioni dei componenti dell’edificio sono espresse o tramite una grandezza complessiva per la combinazione di elementi e giunti (come l’isolamento acustico laterale normalizzato e/o il livello di pressione sonora di calpestio normalizzato per trasmissione laterale) o come l’indice di riduzione delle vibrazioni di un giunto o il livello medio normalizzato di vibrazione di un giunto. La norma contiene le definizioni, i requisiti generali per gli elementi sottoposti a prova, le camere di prova e i metodi di misurazione. Vengono fornite linee guida per la selezione della grandezza da misurare, a seconda dei giunti e dei tipi di elementi costruttivi coinvolti indicando la parte applicabile della UNI EN ISO 10848. Le grandezze che caratterizzano la trasmissione laterale possono essere usate per confrontare tra loro prodotti differenti, o per stabilire requisiti specifici, o per l’inserimento nei modelli e nei calcoli di previsione, come, per esempio, quelli contenuti nella UNI EN ISO 12354-1 e UNI EN ISO 12354-2.

 

 

UNI EN ISO 10848-2:2017 Acustica – Misurazione in laboratorio della trasmissione laterale del rumore emesso per via aerea e del rumore di calpestio tra ambienti adiacenti – Parte 2: Prova su elementi di tipo B nel caso di giunti a debole influenza
La norma, nel suo insieme, specifica i metodi di misurazione per caratterizzare la trasmissione laterale di uno o più componenti dell’edificio e prende in considerazione solo misure in laboratorio. Le grandezze misurate possono essere utilizzate per confrontare prodotti diversi o per esprimere un requisito o come dati di ingresso per i metodi previsionali, come quelli della UNI EN ISO 12354-1 e UNI EN ISO 12354-2. Le grandezze misurate Dn,f, Ln,f e Lne0,f rappresentano solo le prestazioni dei campioni di prova aventi le dimensioni descritte nella norma. I metodi di misurazione descritti nella norma riguardano i componenti per l’edilizia leggeri, quali controsoffitti, pavimenti sopraelevati, facciate continue leggere, o pavimenti galleggianti. La trasmissione del rumore da un ambiente all’altro può avvenire simultaneamente sia attraverso il campione in prova, sia attraverso un’eventuale intercapedine (un eventuale plenum). Per quanto concerne le misurazioni effettuate secondo quanto previsto da questa norma, è possibile determinare unicamente la trasmissione acustica complessiva, mentre non è possibile distinguere il rispettivo contributo dei due tipi di trasmissione.

 

 

 

UNI EN ISO 10848-3:2017 Acustica – Misurazione in laboratorio della trasmissione laterale del rumore emesso per via aerea e del rumore di calpestio tra ambienti adiacenti – Parte 3: Applicazione agli elementi di tipo B nel caso di giunti a forte influenza
La norma, nel suo insieme, specifica i metodi di misurazione per caratterizzare la trasmissione laterale di uno o più componenti dell’edificio. La norma specifica le misure di laboratorio e in opera degli edifici per gli elementi di tipo B (definiti nella UNI EN ISO 10848-1) nel caso di giunti a forte influenza. Le misurazioni di laboratorio vengono utilizzate per quantificare le prestazioni del giunto con la trasmissione laterale soppressa dalla struttura del laboratorio. Le misurazioni in opera vengono utilizzate per caratterizzare le prestazioni in situ e non è solitamente possibile sopprimere sufficientemente la trasmissione laterale indesiderata; quindi, i risultati possono essere considerati rappresentativi delle prestazioni di quel nodo quando installati in quella particolare struttura dell’edificio. Le grandezze misurate possono essere utilizzate per confrontare prodotti diversi o per esprimere un requisito o come dati di ingresso per i metodi previsionali, come quelli della UNI EN ISO 12354-1 e UNI EN ISO 12354-2. Le prestazioni dei componenti dell’edificio sono espresse come grandezza complessiva per la combinazione di elementi e giunti (come Dn,f,ij e/o Ln,f,ij e/o Lne0,f,i) o come isolamento medio di vibrazioni del giunto normalizzato Dv,ij,n . Dn,f,ij, Ln,f,ij, Lne0,f,ij e Dv,ij,n, dipendono dalle dimensioni reali degli elementi.

 

 

UNI EN ISO 10848-4:2017 Acustica – Misurazione in laboratorio della trasmissione laterale del rumore emesso per via aerea e del rumore di calpestio tra ambienti adiacenti – Parte 4: Applicazione ai giunti con almeno un elemento di tipo A
La norma, nel suo insieme, specifica i metodi di misurazione per caratterizzare la trasmissione laterale di uno o più componenti dell’edificio. La norma specifica le misure di laboratorio e in opera degli edifici in cui almeno uno degli elementi che costituiscono la costruzione sottoposto a prova è un elemento di tipo A (definito nella UNI EN ISO 10848-1). Le misurazioni di laboratorio vengono utilizzate per quantificare le prestazioni del giunto con la trasmissione laterale soppressa dalla struttura del laboratorio. Le misurazioni in opera vengono utilizzate per caratterizzare le prestazioni in situ e non è solitamente possibile sopprimere sufficientemente la trasmissione laterale indesiderata; di conseguenza, i risultati sono principalmente rappresentativi delle prestazioni di quel nodo quando installati in quella particolare struttura dell’edificio. Le grandezze misurate possono essere utilizzate per confrontare prodotti diversi o per esprimere un requisito o come dati di ingresso per i metodi previsionali, come quelli della UNI EN ISO 12354-1 e UNI EN ISO 12354-2.

 

 

UNI EN ISO 12354-1:2017 Acustica in edilizia – Valutazioni delle prestazioni acustiche di edifici a partire dalle prestazioni dei prodotti – Parte 1: Isolamento dal rumore per via aerea tra ambienti
La norma descrive i modelli di calcolo per valutare l’isolamento dal rumore trasmesso per via aerea tra ambienti situati in edifici, utilizzando principalmente i dati misurati che caratterizzano la trasmissione laterale diretta o indiretta da parte degli elementi di edificio e i metodi teorici sulla propagazione sonora negli elementi strutturali. La norma descrive i principi dello schema di calcolo, elenca le grandezze rilevanti e definisce le sue applicazioni e limitazioni. È descritto un modello dettagliato per il calcolo in bande di terzo di ottava nell’intervallo di frequenza da 100 Hz a 3 150 Hz in conformità alla UNI EN ISO 717-1, eventualmente esteso fino a un terzo di ottava di 50 Hz se i dati dell’elemento e i dati dei giunti sono disponibili. L’indice di valutazione può essere determinato dai risultati dei calcoli. Si deduce un modello semplificato con un campo di applicazione ristretto, calcolando direttamente l’indice di valutazione utilizzando quello dei vari elementi di edificio. Inoltre la norma propone un metodo per determinare l’incertezza per il modello semplificato. Rispetto alla precedente UNI EN 12354-1, dalla quale è stata tratta, la norma differisce in modo sostanziale.

 

 

UNI EN ISO 12354-2:2017 Acustica in edilizia – Valutazioni delle prestazioni acustiche di edifici a partire dalle prestazioni dei prodotti – Parte 2: Isolamento acustico al calpestio tra ambienti
La norma definisce i modelli di calcolo per valutare l’isolamento acustico al calpestio tra ambienti sovrapposti, basandosi principalmente sui dati rilevati che caratterizzano la trasmissione diretta o laterale indiretta degli elementi di edificio interessati. Essa specifica inoltre i metodi teorici sulla propagazione sonora negli elementi strutturali. La norma descrive i principi dello schema di calcolo, elenca le grandezze rilevanti e definisce le sue applicazioni e le restrizioni. È descritto un modello dettagliato per il calcolo in bande di terzo di ottava nell’intervallo di frequenza da 100 Hz a 3 150 Hz in conformità alla UNI EN ISO 717-1, eventualmente esteso fino a un terzo di ottava di 50 Hz se i dati dell’elemento e i dati dei giunti sono disponibili. L’indice di valutazione può essere determinato dai risultati dei calcoli. Da questo viene dedotto un modello semplificato con un campo di applicazione ristretto, calcolando direttamente il singolo indice di valutazione degli elementi. L’incertezza della pressione acustica apparente calcolata con il modello semplificato può essere determinata in conformità alla UNI EN ISO 12354-1. Rispetto alla precedente UNI EN 12354-2, dalla quale è stata tratta, la norma differisce in modo sostanziale.

 

 

UNI EN ISO 12354-3:2017 Acustica in edilizia – Valutazioni delle prestazioni acustiche di edifici a partire dalle prestazioni dei prodotti – Parte 3: Isolamento acustico dal rumore proveniente dall’esterno per via aerea
La norma definisce un modello di calcolo per valutare l’isolamento acustico o la differenza di livello di pressione sonora di una facciata o di un’altra superficie esterna di un edificio. Il calcolo è basato sul potere fonoisolante dei diversi elementi di edificio che costituiscono la facciata e considera la trasmissione diretta e laterale. Il calcolo fornisce dei risultati che corrispondono approssimativamente ai risultati ottenuti con misurazioni in opera, in conformità alla UNI EN ISO 16283-3. I calcoli possono essere eseguiti per bande di frequenza o per indici di valutazione. I risultati possono essere utilizzati anche per calcolare il livello di pressione sonora interna dovuto, per esempio, al traffico stradale. La norma descrive i principi dello schema di calcolo, elenca le grandezze rilevanti e definisce le sue applicazioni e limitazioni.

 

 

UNI EN ISO 12354-4:2017 Acustica in edilizia – Valutazioni delle prestazioni acustiche di edifici a partire dalle prestazioni dei prodotti – Parte 4: Trasmissione del rumore interno all’esterno
La norma descrive un modello di calcolo per valutare il livello di potenza sonora irradiato dall’involucro di un edificio a causa del rumore aereo all’interno di quell’edificio, principalmente per mezzo dei livelli di pressione sonora misurati all’interno dell’edificio e dei dati misurati che caratterizzano la trasmissione sonora degli elementi pertinenti e delle aperture dell’involucro dell’edificio. Questi livelli di potenza sonora, insieme a quelli di altre sorgenti sonore in o di fronte all’edificio, costituiscono la base per il calcolo del livello di pressione sonora ad una distanza prescelta da un edificio come misura per le prestazioni acustiche degli edifici. La norma descrive i principi dello schema di calcolo, elenca le grandezze rilevanti e definisce le sue applicazioni e limitazioni. La previsione della propagazione del suono esterno non rientra nello scopo e campo di applicazione della norma.

 

 

X

Recupera Password/Retrieve Password


Registrati/Register


Reset della password/
Password reset
Inserisci la tua email, riceverai una nuova password/
Fill in your email, you will receive a new password